Iva per cassa anche in Italia finalmente, ma hai il software adatto ?

Il regime Iva per cassa o “cash accounting”, introdotto dall‘articolo 32-bis del Dl 83/2012, consente all’imprenditore o al lavoratore autonomo di posticipare il versamento dell’imposta sulle cessioni di beni e le prestazioni di servizi, dal momento di effettuazione dell’operazione a quello dell’incasso. Allo stesso modo, il diritto a detrarre l’Iva sui beni e sui servizi acquistati nasce al momento del pagamento dei corrispettivi ai fornitori. L’imposta diventa comunque esigibile dopo un anno dall’effettuazione dell’operazione, a meno che, prima del decorso di questo termine, il cessionario o committente sia stato assoggettato a procedure concorsuali. Allo stesso modo l’Iva sugli acquisti può essere detratta, trascorso un anno dal momento in cui l’operazione si considera effettuata.

Il regime dell’Iva per cassa si può applicare alle operazioni effettuate a partire dal 1° dicembre 2012. Possono aderirvi i contribuenti che:

– operano nell’esercizio di impresa, arti o professioni
– hanno realizzato nell’anno precedente un volume d’affari non superiore a 2 milioni di euro

La scelta per il nuovo regime si desume direttamente dal comportamento concludente del contribuente. L’opzione va, poi, comunicata nella dichiarazione Iva (quadro VO) relativa all’anno di prima applicazione.

L’opzione vincola il contribuente all’applicazione dell’Iva per cassa almeno per un triennio, salvo il caso di superamento della soglia dei due milioni di euro di volume d’affari, che comporta la cessazione del regime.

Il regime dell’Iva per cassa incide sul momento in cui l’imposta diviene esigibile o detraibile, ma non modifica gli altri adempimenti procedurali. Restano fermi, quindi, gli ordinari obblighi contabili (fatturazione, registrazione, ecc.).
Chi sceglie il “cash accounting” dovrà, inoltre, riportare sulle fatture emesse l’annotazione che si tratta di operazione con “IVA per cassa” ai sensi dell’articolo 32-bis del decreto legge 22 giugno 2012, n. 83.


Ma i commercialisti NON lo propongono

PERCHE’ NON HANNO LA SOLUZIONE SOFTWARE PER GESTIRE QUESTA OPZIONE

Tutto si basa sulla PERFETTA gestione degli incassi e pagamenti (con tutte le casistiche particolari, acconti, riba, rid, insoluti ecc) e il commercialista NON potra’ mai essere aggiornato in tempo reale e puntuale per la liquidazione iva soprattutto se mensile.

Con il gestionale cloud ELATOS WEB metti in pratica la perfetta condivisione dei dati con il nostro consulente, tu stesso ti occuperai di gestire gli incassi e i pagamenti e l’iva per cassa sarà sempre puntuale e affidabile senza incorrere in sanzioni.

PECCATO NON USUFRUIRE DI QUESTA OPPORTUNITA’ PERCHE’ IL COMMERCIALISTA NON TE LO PROPONE “